DA SAN VITO AL TAGLIAMENTO A CASTELFRANCO VENETO, TAPPA ALL’IRLANDESE HEALY NEL GIORNO CHE CONSACRA AYUSO IN MAGLIA ROSA AL GIRO D’ITALIA GIOVANI UNDER 23. PER LA TREVIGIANI HA BRILLATO LUCA COLNAGHI IN MAGLIA VERDE

By 12 Giugno 20212021

E’ il campione d’Irlanda Ben Healy (Trinity Racing) a vincere la decima decima e ultima tappa del Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel del 2021, da San Vito al Tagliamento a Castelfranco Veneto. Un traguardo che ha consacrato Juan Ayuso Pesquera (Team Colpack Ballan) come vincitore del Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel, al termine di una gara che lo ha visto conquistare anche tre tappe e ben cinque Maglie di leader delle classifiche: oltre alla Maglia Rosa Enel della generale, anche la Maglia Rossa Work Service Group (a punti), la Maglia Verde Capitelli (gpm), la Maglia Bianca Chiesi for Aido (giovani) e la Maglia Combinata ENIT. La Maglia Blu GLS (intergiro) è andata invece allo svizzero Andréa Mifsud (Swiss Racing Academy).

Si chiude così un’edizione spettacolare del Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel, organizzato dal gruppo ExtraGiro, coordinato da Marco Selleri e Marco Pavarini, che con il loro staff sono stati protagonisti a partire dal 2017 del rilancio del Giro Giovani, ripartito da un’intuizione di Davide Cassani e della Federciclismo.

L’Unione Ciclisti Trevigiani, Campana Imballaggi Geo&Tex 2000 il Giro si conclude con il secondo posto di Luca Colnaghi a Cesenatico conquistando anche la maglia verde di miglior scalatore. Purtroppo la sfortuna si è accanita su Luca Colnaghi: si è ritirato per motivi di salute alla partenza della tappa di venerdì.

LA DECIMA TAPPA, SAN VITO AL TAGLIAMENTO – CASTELFRANCO VENETO 
L’ultima tappa del Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel è abbastanza lunga e strizza l’occhio ai velocisti ancora in gara. Dopo i primi 74 km completamente pianeggianti che portano il gruppo fino all’intergiro di Conegliano, la corsa si accende a metà frazione con due gran premi della montagna di 3° categoria: il Muro di Ca’ del Poggio, dove Vlasov nel 2018 ha conquistato la maglia Rosa al termine della Crono ‘Real Time’, e Guia. Da lì in avanti mancano circa 60 km alla conclusione, praticamente tutti pianeggianti. A 22 km dalla fine si entra nel circuito cittadino finale di 7,9 km che consente ai corridori di passare per due volte sotto lo striscione d’arrivo, prima della volata conclusiva sul traguardo di Castelfranco Veneto.

Le immagini della maglia rosa, l’arrivo del vincitore e la fuga che è andata all’arrivo; c’era il veneziano Jacopo Menegotto

LA CRONACA DELLA DECIMA TAPPA
Numerosi attacchi e tentativi di fuga nella decima e ultima tappa del Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel del 2021, da San Vito al Tagliamento a Castelfranco Veneto.

Tappa subito molto veloce, con la prima ora di gara a oltre 49 km/h di media. Tanti tentativi di fuga fino a quando, dopo circa 80 km, vanno all’attacco Jacopo Menegotto (General Store-Essegibi-F.lli Curia), Daan Hoole (SEG Racing) e Ben Healy (Trinity Racing). Il vantaggio aumenta considerevolmente, l’inseguimento da parte del gruppo non è davvero convinto e al passaggio sul traguardo di Castelfranco Veneto, a 8 km dall’arrivo, i tre battistrada possono contare ancora su circa 3′ di vantaggio.

E’ proprio il campione d’Irlanda Ben Healy a trovare il colpo vincente a tre km dal traguardo, mantenendo fino alla fine 38″ di vantaggio su Menegotto e Hoole; Filippo Baroncini (Colpack Ballan) per il quarto posto anticipa il gruppo, regolato in volata da Marijn Van den Berg (Groupama-FDJ).
In gruppo anche Juan Ayuso Pesquera (Colpack Ballan), che festeggia conquistando, al primo anno nella categoria, il Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel. Sul podio, a fianco alla Maglia Rosa Enel, anche Tobias Halland Johannessen (Uno-X Dare Development Team) e Henri Vandenabeele (Development Team DSM). Sesto in classifica il miglior italiano, Alessandro Verre (Team Colpack Ballan).

Luca Colnaghi in maglia verde con Davide Cassani, durante la fuga di Cesenatico, Francesco Busatto della Trevigiani. Le immagini della tappa: dalla partenza di San Vito al Tagliamento, il Muro di Ca’ del Poggio, tra le vigne del Prosecco Docg, a Santo Stefano di Barbozza e il passaggio in piazza Marconi a Valdobbiadene. La foto di gruppo all’arrivo

 

ORDINE D’ARRIVO

1. Ben Healy (Trinity Racing) 164,5 km in 3h35’46” alla media di 45,743 km/h
2. Jacopo Menegotto (General Store-Essegibi-F.lli Curia) a 38″
3. Daan Hoole (SEG Racing Academy) s.t.
4. Filippo Baroncini (Team Colpack Ballan) a 54″
5. Marijn Van den Berg (Groupama-FDJ) a 55″
6. Luca Coati (Team Qhubeka) s.t.
7. Arnaud De Lie (Lotto-Soudal U23) s.t.
8. Lorenzo Peschi (Beltrami Tsa Tre Colli) s.t.
9. Edoardo Zambanini (Zalf Euromobil Désirée Fior) s.t.
10. Stan Van Tricht (SEG Racing Academy) s.t.

CLASSIFICA GENERALE FINALE
1. Juan Ayuso Pesquera (Team Colpack Ballan)
2. Tobias Halland Johannessen (Uno-X Dare Development Team) a 2’55”
3. Henri Vandenabeele (Development Team DSM) a 3’49”
4. Thomas Gloag (Development Team DSM) a 4’01”
5. Asbjorn Hellemose (Vc Mendrisio) a 4’40”
6. Alessandro Verre (Team Colpack Ballan) a 5’23”
7. Yannis Voisard (Swiss Racing Academy) a 6’42”
8. Anders Halland Johannessen (Uno-X Dare Development Team) a 7’53”
9. Omar El Gouzi (Iseo Rime Carnovali) a 8’16”
10. Davide Piganzoli (Eolo-Kometa CYcling Team sub23) a 8’40”

LE MAGLIE DI LEADER DELLE CLASSIFICHE FINALE

Maglia Rosa Enel: Leader della classifica generale: Juan Ayuso Pesquera (Team Colpack Ballan)
Maglia Rossa Work Service Group: Leader della classifica a punti: Juan Ayuso Pesquera (Team Colpack Ballan)
Maglia Verde Capitelli: Leader della classifica dei Gran premi della Montagna: Juan Ayuso Pesquera (Team Colpack Ballan)
Maglia Blu GLS: Leader della classifica Intergiro: Andréa Mifsud (Swiss Racing Academy)
Maglia Bianca Chiesi for AIDO: Leader della classifica dei giovani: Juan Ayuso Pesquera (Team Colpack Ballan)
Maglia Combinata ENIT: Leader della graduatoria che tiene conto delle classifiche generale, a punti e Gpm: Juan Ayuso Pesquera (Team Colpack Ballan)